Quindicinale n.39, 30 novembre 2016

Pausa pranzo zen da Sakana Sushi

Staccare la spina pranzando coi sapori asiatici
sakana
Shares

Il fascino di Roma risiede anche nella sua capacità di svelare a un occhio curioso angoli incantevoli, non solo alla vista, ma pure al palato.
Uno di questi graziosi angolini, in grado di deliziare golosi di ogni tipo con le sue proposte dai sapori orientali e l’ottima qualità delle materie prime, si trova a Roma, nel cuore del quartiere Ostiense, all’incrocio tra Via del Gazometro e Via dei Magazzini Generali, poco distante dalla fermata Piramide della Metro B.
Si tratta di Sakana Sushi, un ristorantino giapponese che riesce a coniugare bene – trattandosi di un’attività a gestione mista italo-giapponese – la creatività e il gusto italiani con l’atmosfera e l’arte culinaria del Sol Levante (gli chef sono rigorosamente giapponesi).
In un ambiente intimo – il locale ospita circa 60 coperti – elegante e confortevole nella sua sobrietà, potete sbizzarrirvi nell’assaggio di piatti tipici e varie specialità (anche vegetariane) presenti nel menù, accomodandovi ai tavoli oppure prendendo posto davanti al nastro del kaiten, per pescare i piattini che vi attirano di più.
Sushi, sashimi, rolls, nigiri, temaki, tempura, insalate, zuppe, portate crude e/o cotte, dolci, vini e liquori nazionali ed esteri: l’assortimento di pietanze e bevande riesce a soddisfare il gusto e l’appetito sia degli amanti di carne e pesce, sia dei vegetariani.
Ottimi i piccanti red hot rolls o spicy salmon rolls (a base di salmone speziato, ricoperto o meno di salmone), i donburi di pesce (ciotola di riso ricoperto di fettine di pesce marinato) e i classici piatti misti di sushi e sashimi.
Da provare, per chi ama il crudo, il ceviche (tartare di pesce misto, marinato agli agrumi), il carpaccio di ricciola o quello di pesce bianco marinato in salsa ponzu e olio di sesamo. Per gli amanti del cotto, invece, due squisite proposte: il filetto di salmone in salsa teriyaki e i bocconcini di tonno al burro e sake.
Per concludere in dolcezza, nulla di meglio di un mazinger mochi (gnocco di riso al té verde, ripieno di crema mascarpone e scaglie di cioccolato) o un raffinato e delicato tiramisù al té verde.
Se preferite, poi, approfittare del servizio TakeAway, avrete anche il vantaggio di uno sconto del 10% sul listino, per gustare a casa o in ufficio la stessa qualità e freschezza che trovate in sala.
Per il pranzo, inoltre, è prevista un’offerta speciale: tutti i piattini che scorrono sul nastro del kaiten – che, normalmente, hanno prezzi variabili in base al colore del piattino su cui vengono serviti – sono proposti a 3 euro l’uno (opzione ideale per uno spuntino veloce e stuzzicante).
Il locale può essere prenotato per eventi speciali e si presta bene anche per brunch e cene di lavoro.

 
SERVIZI
dove si trova: tra Testaccio e San Paolo, due zone molto frequentate per la cena e l’aperitivo
pro: ottima qualità e freschezza dei prodotti, gentilezza del personale e simpatia dei proprietari, in particolare Franco e Umberto
contro: giusto rapporto qualità/prezzo, no menu AllYouCanEat
wi-fi: sì
parcheggio: difficoltoso, specie la sera
carte: tutte
buoni pasto: sì
fattura: sì
tempi di attesa: normali, medi nelle serate molto affollate; consigliata la prenotazione a cena.

Sakana Sushi
indirizzo: Via del Gazometro, 54 00154 Roma
sito: www.sakana.it
orari: pranzo 12,00/14,30 cena 19,00/23,00 chiuso lunedì a pranzo
contatti: tel. 06.5744958 – email: info@sakana.it

Shares

Tags: , , , , , ,



Autore
Vive e lavora a Roma. Consulente nell'area risorse umane e formazione, sviluppa networking e relazioni esterne con Enti, associazioni, aziende, clienti e collaboratori. La sua parola preferita è "sinergia" e ama costruire ponti piuttosto che muri.
Commenta questo articolo