Quindicinale n.39, 30 novembre 2016

SENIOR PROJECT MANAGER AREA EU

Per importante azienda multinazionale settore edilizia pubblica
Shares

Per sede estera di importante azienda multinazionale settore edilizia pubblica ricerchiamo un/una

SENIOR PROJECT MANAGER

con esperienza maturata nel settore a livello internazionale. Si richiede laurea in edilizia civile ed esperienza almeno quinquennale nella gestione di commesse in ambito edilizia pubblica.

La risorsa sarà’ responsabile, per le commesse di propria competenza, del conseguimento degli obiettivi economici e temporali e si occuperà di verificare il corretto svolgimento coordinato delle attività gestionali finalizzate all’esecuzione dei lavori, contribuendo all’ottimizzazione nell’impiego delle risorse.

Si occuperà inoltre di verificare e supportare il corretto espletamento delle attività di coordinamento, di programmazione, di progettazione e la gestione operativa, mantenendo gli opportuni collegamenti con le altre unità, di monitorare l’esecuzione dell’ingegneria e il coordinamento delle risorse preposte,  di rappresentare la Società, nei limiti delle procure conferitegli, davanti ai Clienti per tutto ciò che concerne la gestione dei lavori, di monitorare i costi e predisporre i dati per l’elaborazione del budget, di controllare l’impostazione e il rispetto delle normative e delle procedure in materia di sicurezza e di igiene del lavoro, di controllare la corretta redazione del Piano della Qualità.

Si richiede una conoscenza fluente della lingua francese.

Sede di lavoro: UE.

L’azienda offre un inquadramento a livello Dirigente con una retribuzione commisurata all’esperienza della risorsa. E’ prevista una indennità di disagio estero, alloggio, trasporti e assicurazione sanitaria oltre pocket money per vitto e spese minute.

Shares

Tags: , ,



Autore
Il Gruppo Orienta nasce nel 1999 con l’ acquisizione da parte di Orienta S.p.A. Agenzia per il lavoro della società Direct Action srl il cui nome venne poi modificato in Orienta Direct, società di servizi alle aziende.
Commenta questo articolo