Carlo Colombo
Giornalista e scrittore
Puoi trovare l'autore su:

Carlo Colombo

È giornalista pubblicista dal 2011. In gioventù scrive brevi racconti che lo portano per 5 volte in finale al Premio Chiara Giovani e saggi di dialetto e storia locale sull'Almanacco della Famiglia Bustocca. Prima di laurearsi con lode in Lettere Moderne, si avvicina al giornalismo a Monza. Nel 2008 inizia una collaborazione ininterrotta con il quotidiano La Prealpina. La cronaca locale da Varesotto e Alto Milanese rimane la sua principale occupazione. Altre collaborazioni sono concluse con Lombardia Oggi, Sprint&Sport, Settegiorni e Settenews. Nel 2012 si reca a Lisbona, dove scatta fotografie per il Corriere della Sera e realizza un paio di articoli per Il Tirreno e La Stampa. Con "Tre mesi in Portogallo nel 1822" e "Cronache. La libertà muore in Spagna" (Vittoria Iguazu Editora), promuove la scoperta di Giuseppe Pecchio, esule del Risorgimento. È autore di "Tredici sogni per un Villoresi" (Bellavite), "Breve viaggio nell'Irlanda del Nord" (Issuu), "L'inestinguibile fiamma" (Nomos), "Il sogno e la brughiera" (Freeman), “Genova ultima chiamata. Un’inchiesta sentimentale” incluso nell’e-book “Per Genova undici anni dopo” e di contributi su Il Pensiero Mazziniano, ArtsLife, Latitudes Travel Magazine e sui blog di cultura portoghese Associazione Camões e Dottor Cardoso. Nel triennio 2014-16, insegna italiano, latino e storia da supplente alle scuole medie e superiori. Disegna a matita, acquerello e pastelli a cera. Abita a Busto Arsizio. Si sposta preferibilmente in bicicletta.

X