Gianni di Bari

Giornalista e comunicatore d’impresa

Ha speso 31 anni ad occuparsi di comunicazione. Ha iniziato come giornalista, pubblicista dal ‘92 e professionista dal ’97, per testate locali, regionali e nazionali: network tv Cinquestelle, Gazzetta dell’Economia Puglia e Basilicata, l’Unità, Il Corriere del Mezzogiorno, il Sole 24 Ore-Sud. È passato alla comunicazione per le aziende - a supporto delle attività di marketing territoriale, relazioni istituzionali, internazionalizzazione e organizzazione di eventi - e alla comunicazione istituzionale e politica. A partire dal 2014 il suo interesse professionale si è focalizzato sulla promozione delle produzioni agroalimentari italiane, anche facendo leva sulle connessioni tra cibo e cultura e su azioni di marketing territoriale orientate all'incremento dei flussi turistici, anche attraverso la valorizzazione delle forme d'arte tradizionali. È volontario per l’associazione Casa Di Vittorio.

Il prezzo del grano tocca i 580 euro a tonnellata, ma non è colpa della guerra

Le ragioni dietro il rincaro del mercato cerealicolo sono da cercare nella speculazione e nelle manovre economiche USA del 2021. Scopriamo quali e che conseguenze avranno su mercato, aziende e consumatori con Filippo Schiavone (Confagricoltura Foggia), Antonio Stasi (docente di Economia e Politica agraria dell'Università di Foggia) e l'imprenditore Umberto Sacco (Camera di commercio di Foggia). continua

Il prezzo del grano tocca i 580 euro a tonnellata, ma non è colpa della guerra

Puglia, mismatch digitale: i laureati emigrano, le multinazionali fanno da sé

La Puglia del digitale cresce con gli investimenti di aziende internazionali, ma la differenza tra domanda e offerta di lavoro è ancora al 30%: non rallenta l'espatrio dei neolaureati. La soluzione è nelle academy private? L'abbiamo chiesto all'assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci e alla multinazionale Atos. continua

Puglia, mismatch digitale: i laureati emigrano, le multinazionali fanno da sé

Accadia, il paese fantasma con resurrezione a scadenza

Il Rione Fossi del paese sui monti della Daunia, in Puglia, è deserto dal terremoto del 1930. Ma c'è un progetto - difficile - per salvarlo. Le opinioni del consulente per le politiche comunitarie Fabio Sciannameo e dei sindaci Agostino De Paolis e Raimondo Giallella. continua

Accadia, il paese fantasma con resurrezione a scadenza

Prodotte e abbandonate: le mascherine italiane non possono competere con la Cina

La riconversione per la produzione di mascherine ha dato respiro a diverse imprese pugliesi (come la Baritech, ex Osram) che ora non possono reggere il confronto col mercato: "Noi dobbiamo usare materie prime certificate e pagare adeguatamente gli addetti". La testimonianza di Leo Caroli (presidente task force per l'occupazione della Regione Puglia) e Francesco Centrulli (imprenditore e dirigente di Federmoda CNA Puglia). continua

Prodotte e abbandonate: le mascherine italiane non possono competere con la Cina

PNRR: mal Comune mezzo gaudio. Mancano i funzionari, non i soldi

I Comuni non sono pronti ad affrontare la sfida del PNRR: i dipendenti sono pochi e non formati, e le scarse assunzioni previste da Brunetta non colmeranno il gap. La testimonianza di Jacopo Massaro, sindaco di Belluno e delegato ANCI, e Senia Bacci Graziani, della direzione nazionale di DirEL. continua

PNRR: mal Comune mezzo gaudio. Mancano i funzionari, non i soldi