Bruno Perini

Giornalista

È nato a Milano il 21 novembre del 1950. Laureato in Lettere e Filosofia nel 1977 all’Università Statale di Milano con una tesi su Marx e l’economia volgare è diventato giornalista professionista nel 1987. Giornalista economico finanziario e politico giudiziario, ha lavorato per circa trent’anni al quotidiano il manifesto dove ha curato la cronaca finanziaria e dal 1992 al 2000 la cronaca giudiziaria durante l’inchiesta Mani Pulite. Per 6 anni ha lavorato all’agenzia di Stampa Asca come cronista giudiziario e per due anni ha lavorato al settimanale della Rcs Il Mondo. Ha lavorato per circa 6 anni al mensile Prima Comunicazione e per due anni ha lavorato nel gruppo Sole 24 ore dove scriveva articoli sul quotidiano e contemporaneamente conduceva la rassegna stampa di Radio 24 e una trasmissione con gli ascoltatori sui temi di attualità. Per due anni ha lavorato in un’agenzia di ufficio stampa dove teneva corsi di giornalismo per coloro che tenevano i rapporti con i clienti. Da circa 5 anni collabora con SenzaFiltro sui temi del lavoro e cura la rubrica “8000 battute sul lavoro”. È appassionato di musica rock, di letteratura, di gialli e del gioco del biliardo. Nel 2004 ha scritto un giallo dal titolo “Richiamo di sangue”, nel 2010 una biografia di Adriano Celentano “Memorie di zio Adriano” e nel 2013 un Giallo dal titolo “le figlie del diavolo”.

e-mail

bruno.p@fiordirisorse.eu

Città di origine

Milano

Città di adozione

Milano

Titolo di studio

Laurea in economia e filosofia

il mio lavoro

Giornalista e scrittore

Per SenzaFiltro scrivo di

Lavoro legato all’economia

Film preferito

“C’era una volta il west”

Disco preferito

“Aftermath” dei Rolling Stones

Libro Preferito

“Alla ricerca del tempo perduto” di Marcel Proust

Citazione

Sono SenzaFiltro perché il mio giornalismo è sempre stato senza filtri.