- Advertisement -
Politecnico di Milano, la vergogna degli appalti: quando il ribasso va in porta

Politecnico di Milano, la vergogna degli appalti: quando il ribasso va in porta

L’inchiesta inedita di SenzaFiltro: il contratto di portierato lede ogni dignità. Proprio nell'ateneo in cima alla classifica italiana.

A noi lavoratori hanno calpestato la cosa più sacra: la dignità”. Dignità violata a oltranza nei mancati riconoscimenti ma radunata tutta nella voce, inevitabilmente ricoperta dai lividi: quelli che non si vedono ma che si sentono tutti. Forse perché sono i più dolenti.

A raccontarmi la sua storia è uno dei numerosi lavoratori, una cinquantina circa, che prestano servizio di portierato all’interno del Politecnico di Milano, dove rispetto e tutele hanno iniziato a precipitare quando il servizio è stato affidato in gestione alla multinazionale DUSSMANN.

Circa un anno fa l’azienda tedesca si è infatti aggiudicata uno dei famigerati appalti al ribasso di cui parecchi parlano male, ma che poi magari fanno razzolare liberamente proprio nel loro microcosmo lavorativo. Un bel calcio alla coerenza e pure ai diritti. In questo caso lo sconto attivato è addirittura del 54,11%: uno sfregio che infierisce sullo stipendio e sulla dignità di chi lavora.

Aggiungiamo anche la questione del taglio del 15% effettuato sul monte ore lavorativo dei dipendenti. Una vicenda che ci fa chiedere come sia possibile che accadano situazioni del genere, giornalmente, per di più in un contesto considerato prestigioso come quello del Politecnico. Quasi fosse normale che lavoratrici e lavoratori subiscano questa dinamica.

Prima di proseguire chiariamo però in che cosa consiste il servizio di portierato, spesso non riconosciuto per la sua reale importanza. Ce lo descrive il nostro intervistato, che chiameremo N.: “Ci occupiamo del controllo degli accessi in sede fornendo anche informazioni, facciamo i badge, monitoriamo gli spazi e consegniamo le chiavi, prepariamo le sale conferenza, gestiamo tutta la parte di reception”. Un servizio che richiede attenzione e precisione da parte di chi lo svolge e che non è esente da ritmi frenetici, in un contesto vasto e artic…