- Advertisement -
Professione attrice: ma quanto ti pagano?

Professione attrice: ma quanto ti pagano?

In quanti sognano di recitare, e come si fa a farne una professione? L'abbiamo chiesto a due diplomate dell'Istituto Michelangelo Antonioni di Busto Arsizio.

Norman Di Lieto

27 Settembre 2019

La prima cosa che penso quando arrivo e mi siedo al tavolino del bar dove ci siamo dati appuntamento con Roberta e Noemi è: “Chissà come entreranno in scena?”. Arrivano ed entrambe se la prendono, la scena: si vede che sono “diverse” da come riempiono gli spazi, come si muovono, da come mantengono una postura differente da quella di chiunque sia presente nel locale quel giorno – me compreso.

Ci incontriamo a Busto Arsizio, città famosa per il tessile e il cotone tanto da avere un museo che ne ricorda la vocazione manifatturiera, ma che dal 2008 ospita anche una Scuola di Cinema. Che cosa c’entra con Busto Arsizio un istituto cinematografico che dedica il suo nome al maestro Michelangelo Antonioni, riferimento indiscusso del cinema moderno che ha sancito la fine del neorealismo con il suo film Cronaca di un amore?

 

A scuola di cinema al Michelangelo Antonioni

L’ICMA (Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni) si è costituito grazie proprio alla Fondazione Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, che vede tra i membri fondatori associazioni per il diritto allo studio, enti di diffusione cinematografica, privati e, appunto, la cit…